Arthur Jarvinen/Miroslav Tadic
Endless Bummer

(Lakefire)

Proviamo un certo imbarazzo nell'ammettere la nostra totale ignoranza del lavoro di Arthur Jarvinen, compreso tutto quanto ha realizzato con il California E.A.R. Unit. E saremmo molto probabilmente rimasti inconsapevoli se non fosse stato per il fatto di avere una conoscenza in comune: il compositore ed eccellente bassista Jack Vees.
Lakefire Records è l'etichetta personale di Jarvinen - un luogo che può ospitare progetti dichiaratamente "non commerciali" ma che a parere di chi scrive sono dotati di caratteristiche talmente peculiari da renderli meritevoli di ascolto.
Pubblicato lo scorso anno, Sgt. Pekker - il titolo dovrebbe ricordarci qualcosa, no? - era un progetto dedicato a - giusto - I Beatles. Certamente non un pastiche, l'album presentava una serie di temi melodici, testi e personaggi che "richiamavano fortemente" dischi famosi del gruppo, mentre aggiungevano commenti e altro materiale. Lavoro sottile e affettuoso, Sgt. Pekker ovviamente necessitava del giusto background per essere realmente capito - e pienamente apprezzato.
Endless Bummer soffre per le stesse ragioni, anche se in modo decisamente minore. Composto da Jarvinen, eseguito quasi completamente da Miroslav Tadic - che ha suonato tutte le chitarre, e registrato, missato e prodotto il tutto - Endless Bummer suona alla nostre orecchie come un ricordo (e una meditazione?) di temi tipici degli anni sessanta, con i timbri delle chitarre che puntano nella direzione del surf, anche se la struttura della Part One (che con i suoi 24' è il più lungo dei tre movimenti che compongono il brano) è forse definibile come una bizzarra mutazione del minimalismo, dove i timbri, gli echi e i volumi formano un tipo di "narrativa". (Sembra strano, eh? Niente a confronto dell'Hammond Solovox della Part Two!) Questi pezzi ci sono piaciuti non poco - possono apparire davvero "elementari" ma c'è una maturità che diremmo evidente, se sol si dedica loro il giusto tipo di attenzione.

Beppe Colli


© Beppe Colli 2003

CloudsandClocks.net | Sept. 7, 2003